Una strategia science-based per contrastare l’inquinamento globale da materie plastiche

La crescente consapevolezza dell’impatto ambientale delle materie plastiche e della portata di questa tipologia di inquinamento ne ha fatto un argomento chiave nel dibattito, rendendolo uno dei principali rischi presi in considerazione dalle aziende in vari settori: agro-alimentare (Food), abbigliamento (Fashion), cosmetica e personal care, packaging e altri ancora. Consumatori e investitori si aspettano importanti prese di decisione da parte delle aziende e sono disposti a interrompere ogni rapporto con i brand che non si confrontino con l’argomento.

Le aziende stanno assumendo e intensificando impegni precisi per contrastare l’inquinamento da plastica, ma molte non possiedono le informazioni e gli strumenti necessari per tradurre questa volontà in strategie e azioni significative. Le aziende hanno bisogno di una strategia integrata, basata sulla scienza.

"Cresce tra consumatori, investitori e l'opinione pubblica la preoccupazione per l'impatto ambientale della plastica. Quando le aziende si impegnano ad affrontare il tema dell'uso della plastica e costruiscono una solida strategia dedicata, non solo creano credibilità, ma mitigano anche i potenziali rischi in un contesto legislativo in rapido cambiamento"

Laura Peano, Plastics Leak Project Lead
Quantis

Costruire una “Plastic Strategy” basata su metriche scientifiche per dare forza ai valori dell’azienda

Una strategia di gestione della plastica (Plastic Strategy) efficace è volta a rafforzare il valore aziendale riducendo al minimo i rischi, costruendo la resilienza del business e stimolando l’innovazione. Quantis guida aziende leader di diversi settori nel loro percorso verso la definizione e l’implementazione di strategie solide fondate sulla scienza: dalla valutazione degli impatti e il benchmarking delle performance, fino al coinvolgimento di tutti gli stakeholder nell’intero processo.

1+ MISURARE LA PLASTIC FOOTPRINT (IMPRONTA AMBIENTALE DELLA PLASTICA)

Il primo passo di una solida strategia per le materie plastiche (Plastic Strategy) è la valutazione della Plastic Footprint lungo tutta la catena del valore. Questa valutazione consente di identificare i punti chiave e di definire le priorità, evitando compromessi in materia di impatto ambientale. Grazie alla nostra esperienza in materia di impatto delle materie plastiche e grazie allo strumento dell’analisi del ciclo di vita (Life Cycle Assessment o LCA), supportiamo le analisi a livello Corporate e di prodotto attraverso LCA comparative e assessment di circolarità. L’analisi della dispersione delle plastiche segue le Plastic Leak Project Guidelines (in inglese).

Di grande rilievo anche le Guidelines for Corporate Plastic Stewardship (in inglese), sviluppate da Quantis con alcuni partner, che forniscono alle aziende le migliori pratiche science-based per ridurre il loro impatto ambientale grazie ad azioni dedicate e attenzione alla plastica.

2+ TREND ANALYSIS + PEER BENCHMARKING

Con una chiara panoramica degli impatti delle materie plastiche lungo la catena del valore dell’azienda, il passo successivo prevede la raccolta di informazioni da fonti esterne, quali l’analisi delle tendenze emergenti e l’attività di aziende simili (Trend analysis e Peer Benchmarking). Questo permette di identificare le chiavi del successo e le potenziali insidie, in modo da poter costruire una strategia sulle materie plastiche (Plastic Strategy) resiliente e a lungo termine.

3+ STRATEGIA + OBIETTIVI

Con questi input è ora possibile elaborare una strategia efficace per le materie plastiche con ambiziosi obiettivi di riduzione in linea con la strategia di sostenibilità aziendale più ampia (quindi una sinergia tra Plastic Strategy, Climate Strategy, gestione delle risorse idriche, biodiversità ecc.). Questo processo include l’identificazione e l’analisi di potenziali rischi e opportunità nella vostra attuale strategia di packaging in plastica e la definizione delle priorità d’azione nelle aree chiave.

4+ DEFINIRE UNA “REDUCTION ROADMAP” + METTERE IN PRATICA

Quantis affianca le società clienti nel definite azioni concrete per ridurre l’impatto ambientale e le dispersioni di plastica lungo la catena del valore, concretizzando gli impegni di sostenibilità attraverso l’eco-design, l’innovazione di prodotto e di Supply Chain e il coinvolgimento degli stakeholder. Quantis supporta il monitoraggio dei progressi e l’ottimizzazione dei piani d’azione mentre le aziende clienti mettono in atto la strategia per le materie plastiche condivisa (Plastic Strategy).

+ COINVOLGERE GLI STAKEHOLDER > ENGAGEMENT

Durante il percorso verso la responsabilità ambientale, è chiave per ogni azienda comunicare gli impegni presi  e i propri progressi a dipendenti, investitori, consumatori, a tutti gli stakeholder e all’opinione pubblica in senso più ampio. Comunicazioni puntuali, trasparenti e credibili, basate su metriche affidabili generano il consenso interno e rafforzano le competenze dei team (attraverso formazione, workshop interattivi, game-based learning e altro ancora). Inoltre, promuovono una Governance trasparente e contribuiscono a ispirare il cambiamento nell’intero settore.

Quantis Team

Volete costruire una strategia legata alla plastica science-based? Chiedete a Laura.

Laura Peano
Senior Sustainability Consultant and Plastics Lead
Quantis